Archivi categoria: Esercizi

L’importanza delle note lunghe

Ogni volta che frequento trombettisti, anche di un certo rilievo musicale, parlando di aspetti tecnici legati alla routine giornaliera, emerge sempre l’importanza della pratica delle “note lunghe”. Come tutti sappiamo, le note lunghe sono terribilmente noiose ma, in verità, quando si decide di applicarsi in modo costante a questo esercizio, i risultati sono incredibili! Nel video che segue, al minuto 3,07, alcuni consigli del grande Wynton Marsalis:

  • Cercate sempre di suonare un suono pieno e morbido.
  • Il tuo sound sul tuo strumento è la tua identità.
  • Respirate profondamente, rilassatevi, mettete a fuoco (l’imboccatura) e concentratevi.
  • Riempite ogni parte del vostro strumento con l’aria e sentite vibrare la tromba tra le mani.

Guarda il video di Wynton Marsalis sulle “note lunghe”:

Annunci

Le note Pedali

L’importanza dello studio delle note pedali è oramai scontato e fa parte della moderna routine di allenamento dei maggiori strumentisti di ottoni.
Cosa sono le note pedali?
Le note nel registro estremo in basso sono chiamate appunto “Pedali”, difficilmente vengono adoperate durante le esecuzioni musicali, ma costituiscono un buon allenamento per la muscolatura labiale. La loro estensione è quella da figura:

pedali

Ma perchè è così importante questo tipo di riscaldameto? I motivi sono molteplici e proverò di seguito ad elencarli, cercando di guidare i meno esperti ad un corretto uso di queste note “fondamentali”.

  • Il primo motivo per il quale qualsiasi buon strumentista dovrebbe studiare nelle sue sessioni di studio anche qualche minuto di note pedali, sta nel fatto che esse rilassano l’imboccatura e permettono un maggiore afflusso di sangue nei muscoli labiali, preparando quindi la muscolatura ad affrontare al meglio una, più o meno, lunga sessione di studio.
  • secondariamente: far vibrare le labbra per produrre queste note, comporta una emissione di aria quantitativamente superiore alla normale emissione e questo ci abitua a inspirare aria correttamente e in buona quantità, aiutando nel contempo il corretto uso del diaframma.
  • Terza ragione: la difficoltà di produrre suoni pedali precisi e intonati, aiuta il nostro orecchio a cercare la giusta intonazione con la conseguente ricerca della impostazione più proficua per la corretta vibrazione delle labbra.
  • Infine possiamo dire che l’esercizio quotidiano delle note pedali aiuta la flessibilità delle labbra, soprattutto se studiato con degli esercizi tipo intervalli di terza, quinta e ottava, o esercizi che passano dal registro medio a quello estremo in basso arpeggiando fino al registro acuto (tipo Colin).

Personalmente studio queste note all’inizio di ogni sessione di allenamento e alla fine (per 5 minuti), con la differenza di suonare solo con l’uso del labbro superiore nella fase finale dello studio (prima di riporre la tromba nell’astuccio) per fare una specie di esercizio di “defaticamento” e rilassare la muscolatura labiale.

La diteggiatura che uso per fare le note pedali è la stessa delle note “normali”, c’è da dire però che alcune note basse sono difficili da produrre, in tal caso bisogna sperimentare delle posizioni alternative e in seguito (quando si è più allenati) provare a sviluppare queste note con la normale diteggiatura.
Allego a questo post una serie di semplici esercizi in PDF che possono aiutare i meno esperti a sperimentare le note pedali e i benefici che un corretto e metodico studio può portare alle labbra e più in generale all’imboccatura.
Il consiglio che posso darvi quando studiate queste note è quello di inspirare una buona quantità di aria e poi lasciarla fluire con regolarità di emissione (gola aperta e angoli della bocca sempre ben chiusi, cercate di non disperdere aria) fino a quando tutta l’aria non è esaurita.

Se si ha il corretto approccio allo studio di queste note, sicuramente si avranno positivi benefici anche nel registro acuto. La cosa certa è che le note pedali non fanno male.

DOWNLOAD ESERCIZI:
note-pedali

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: