Archivi categoria: Imboccatura

Cosa accade quando si suona?

Cosa accade all’interno della bocca-gola quando si suona uno strumento a fiato di ottone? E’ bello vedere i dettagli essenziali delle parti del corpo che sono effettivamente attivate ​​durante il suonare uno strumento.

Per questo motivo, la strumentista di corno francese Sarah Willis insieme ad un esperto di risonanza magnetica si è “prestata” al Max Planck Institute di Gottinga, per un esperimento di “motion capture” per analizzare con questa tecnica i movimenti della lingua e della gola nell’atto di suonare le diverse articolazioni musicali.

maggiori informazioni CLICCANDO QUI

Xtream Mouthpieces

In passato su questo blog sono stati già presentati bocchini per tromba che andavano fuori dai normali canoni di progettazione: dai bocchini asimmetrisci di  John Lynch a quelli di Wedge, tutti promettono risultati strabilianti per la resistenza la centratura del suono, l’intonazione, ma soprattutto una maggiore facilità e una maggiore estensione nel registro sovracuto. Da qualche tempo un altro produttore USA, garantisce (soddisfatti o rimborsati) risultati superiori a tutti, parliamo di Extream Mouthpieces.

Ci è voluto un trombettista professionista con molta esperienza di nome John Eth (ha collaborato con: Elvis Presley, Sammy Davis Jr., Wayne Newton, Frank Sinatra Jr., Paul Anka, Liza Minnelli e molti altri, oltre a più di 25 anni di esperienza alla CNC) per inventare un nuovo bocchino denominato “Power Chamber“. Alla base di tutto c’è un brevetto e un modo di pensare nuovo, una nuova “filosofia” come la chiama John Eth: “Think outside the Bach’s” (riferito, presumo, alle prestazioni dei bocchini Bach).

John Eth (trombettista con occhiali), prima dell’incidente

power chamber1
La storia: John Eth trombettista professionista, ma anche grande appassionato di auto da corsa in particolare di motori, ha avuto tempo fa   un gravissimo incidente che gli ha paralizzato la parte sinistra del volto, al punto che fu quasi costretto a smettere di suonare la tromba.  Così dopo una lunga riabilitazione e grazie a una forte volontà di tornare a suonare è nato Xtream.

power chamber

“Un bocchino progettato: per fornire più potenza, consentendo di fare meno sforzo; per aiutare a migliorare il vostro registro superiore;  per migliorare la vostra flessibilità durante la pratica, e per aumentare la resistenza negli spettacoli musicali più lunghi o più semplicemente per suonare più forte dall’inizio alla fine”. Il segreto dell’Extream sta nella “camera di potenza” che è un cilindro più grande immediatamente dopo l’uscita della gola del bocchino. Nella ” Power Chamber ” si concentra l’onda sonora per mantenere un suono più compatto, questo ha un effetto stabilizzante sulle onde sonore prima di entrare nel “retroforo” (backbore), e arrivare poi sulla tromba. Questo permette allo strumentista una migliore proiezione de l suono e  una maggiore flessibilità rispetto ai bocchini tradizionali. Nel contempo aiuta ad incrementare il registro acuto o lo rende ancora più semplice da raggiungere aumentando così la resistenza.

Come ho avuto modo di dire altre volte i buoni risultati con lo strumento, sono il frutto di studio metodico e perseverante, ma anche i mezzi che lo strumentista usa per raggiungerli, sono importanti! Altrimenti non avremmo l’evoluzione tecnico-strumentale. Ben vengano innovazioni e mezzi più appropriati che in qualche misura facilitano lo studio rendendolo meno “pesante”. I bocchini Xtream, gli asimmetrici, come qualsiasi altra cosa, sono il mezzo attraverso il quale raggiungere un obiettivo più facilmente o in modo diverso, ma poi dipende dalla stoffa, dallo spessore del musicista/strumentista.

Un’ultima riflessione, non so quanto ci sia di veramente rivoluzionario, quello che a me piace è la ricerca che alcune persone (trombettisti, appassionati e innamorati di questo strumento) fanno per agevolare il controllo e la facilità di emissione di questo difficile strumento musicale. Ricordate la tromba barocca senza pistoni?…Poi è arrivato Weidinger  con la tromba a chiavi e tutto è cambiato.

DG Mouthpieces

Alle 14.30 di VENERDI 27 APRILE il trombettista Daniele Giardina (prima tromba della band di Fiorello) terrà una dimostrazione della sua nuova linea di bocchini per tromba “DG” presso la classe di tromba dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “O.Vecchi – A.Tonelli”, via Carlo Goldoni 8, CAP 41100 Modena.

Invitato da Andrea Tofanelli, Daniele Giardina terrà una dimostrazione di questi bocchini che lui stesso ha disegnato e prodotto. L’ingresso è libero e la dimostrazione è aperta al pubblico. Un appuntamento interessante per tutti i  trombettisti, sia professionisti che amatori.

Accessori per sviluppare la muscolatura

In alcuni post, tempo fa, avevo parlato del BERP e del NPS accessori utili per sviluppare la muscolatura labiale e per imparare ad essere leggeri sull’imboccatura. Infatti negli strumenti a bocchino e di vitale importanza suonare senza mai sforzare, bisogna evitare pressioni troppo brutali e prolungate sulle labbra onde evitare il blocco della circolazione sanguigna con conseguenze spesso deleterie per diversi giorni. Ecco allora l’utilità di alcuni accessori utili per allenare i muscoli facciali a comportamenti automatici (riflessi condizionati), con esercizi isometrici, senza l’uso della tromba. Ho trovato molto interessanti gli accessori del famoso produttore Warburton, che ha sviluppato ben 4 tipi di strumenti che insieme forniscono un completo supporto per il controllo e lo sviluppo della propria imboccatura, migliorandone la funzionalità. Di seguito una breve descrizione tratta da sito del produttore Warburton e liberamente adattata con l’aiuto del traduttore di google (non me ne vogliate). Per approfondimenti e acquisti vi rimando al sito Warburton.

APE – no-pressing

I trombettisti conoscono questa storia fin troppo bene … Per ottenere le note più alte, c’è una naturale tendenza a spingere il bocchino contro le labbra. Spesso per troppo tempo – al punto in cui ve ne potreste pentire in seguito. I trombettisti sanno che la pressione del bocchino può contribuire a sostenere le labbra deboli o stanche per continuare a suonare. Il rovescio della medaglia è che la troppa pressione contro le labbra impedisce un adeguato flusso di sangue con la conseguenza che il labbro si stanca più velocemente.
L’APE Warburton ti aiuta a imparare a mantenere una elevata qualità di buzz in tutti i registri  senza applicare una pressione eccessiva.

Due versioni disponibili
Argento Ottone
95,00 $
Warburton APE (Anti-Pressure Exerciser)
Delrin plastica
49,95 $
Warburton APE (Anti-Pressure Exerciser)

P.E.T.E. Personal Embouchure Training Exerciser

P.E.T.E. for Woodwind Players Suonare gli ottoni e legni è un’arte e un mestiere. E’ anche un attività fisica che non richiede solo un controllo del fiato, ma un imboccatura salda che non si stanca prima della fine di uno spettacolo.
Usa PETE giornalmente per rafforzare l’imboccatura e aumentare la resistenza labiale!


Buzzz Master

BuzzzMaster - Silver and GoldProgettato da David O’Neill – Prodotto in USA dalla Warburton. Il MasterBuzzz è un strumento indispensabile per mantenere le labbra fresche e pronte in ogni momento. Anziché utilizzare bocchino da solo, o con altri prodotti simili, il design Buzzz Master fornisce resistenza proprio come fa il vostro strumento. Buzzz Master e PETE sono gli strumenti ideali da avere sempre a portata di mano.

A.T.V. – Advanced Training Visualizer

A.T.V. - Advanced Training VisualizerI visualizzatori sono stati utilizzati con successo come strumento diagnostico da parte degli insegnanti di ottone dal 1920. Il nostro approccio con l’ATV va ben al di là di diagnostica visiva, fornendo uno strumento avanzato ad alta intensità di allenamento isotonico e di bassa intensità, esercizi per sviluppare un diaframma rilassato e migliorare notevolmente il tono nel registro medio e basso.
L’ATV fornisce una valutazione cruda e autentica dello stato del vostro buzz e diventa lo strumento ideale per introdurre miglioramenti in questo settore.
I risultati sono impressionanti: oltre al condizionamento muscolare, l’ATV vi aiuterà a imparare a massimizzare la qualità del vostro buzz in tutti i registri, basso, medio e alto, che si tradurrà in consistenti risultati quando si suonerà la tromba.

In conclusione come già detto in altri post, questi mezzi sono sicuramente di aiuto per un proficuo allenamento. Secondo me non fanno miracoli e non devono sostituire il suonare con lo strumento, certamente aiutano a identificare problemi nell’impostazione e sono di sostegno per ripristinare in parte la muscolatura da un eccessivo affaticamento. Potremmo dire che se usati bene permettono una “messa a fuoco” della propria impostazione, in particolare ci permettono un’attenta analisi sulle vibrazioni delle labbra e sul corretto flusso dell’aria.

TRP (TRUMPET RESPONSE PROJECT)

Un progetto di ricerca scientifica presso l’Università di Musica di Vienna sulla tromba e sullo studio delle varie imboccature adottate in generale dagli strumentisti di ottoni.

lipvibrations_rifl

Segnalo questi links dove potete vedere una serie di interessanti video sullo studio delle vibrazioni delle labbra all’interno del bocchino, inoltre navigando all’interno del sito potete trovare tutta una serie di documenti di studio sulla tromba, con analisi fisico-acustiche sullo strumento e sull’imboccatura.

http://iwk.mdw.ac.at/TRP/english/welcome_e.htm

Videos of Lip Vibrations

The Wedge Mouthpiece

In un precedente post avevo parlato dei bocchini asimmetrici di JOHN LYNCH che hanno come caratteristica principale l’asimmetria della tazza, oggi vi propongo di andare a visitare il sito della Wedge mouthpiece, che ha una sua filosofia sulla asimmetria dei bocchini,  che riguarda soprattutto l’appoggio. Sul sito ci sono molte informazioni, tabelle di riferimento con altre marche e c’è la possibilità di ordinare online i vari modelli, con la formula soddisfatti o rimborsati: se dopo due settimane di prova non siete contenti dei risultati, potete ottenere il rimborso o eventualmente la sostituzione con un altro prodotto di diversa misura e con altre caratteristiche. The Wedge mouthpiece – alcune immagini dal sito

  

No Pressing System (nps)

Oggi voglio sottoporre alla vostra attenzione un ulteriore mezzo per sviluppare la tecnica di emissione e il potenziamento dell’imboccatura. Questo accessorio originale, chiamato NPS -no pressing system- si basa sulla scuola americana del “no pressing”, che ha come base di studio, appunto, la minima pressione del bocchino sulle labbra, per favorire il potenziamento del flusso dell’aria e dei muscoli labiali.
L’NPS è il risultato di anni di studio approfondito da parte del Prof. Cesare Ficcadenti. La ventennale esperienza professionale e la ricerca continua di strategie didattiche mirate al superamento delle difficoltà tecniche hanno prodotto l’ideazione di un sistema innovativo quanto rivoluzionario. L’NPS è un accessorio che si integra perfettamente con tutti i sistemi e metodi di studio e ne accelera la funzionalità per il raggiungimento di risultati in tempi brevissimi: i principianti come i professionisti possono finalmente fruire di un sussidio didattico ideale per la soluzione del  problema fondamentale della didattica della tromba.  In tutti i metodi di studio l’elemento essenziale per una corretta impostazione è il bassissimo livello di pressione del bocchino sulle labbra, a tal proposito è stato  ideato l’NPS “No Pressing System”, un’applicazione alla tromba che favorisce il controllo della pressione che si esercita.    

Per maggiori informazioni vi rimando al sito dell’autore: www.cesareficcadenti.com

 

Brass Innovations

Prodotti e strumenti per aumentare la resistenza della muscolatura facciale ne avevo già visti, come il famoso e tanto utilizzato B.E.R.P., ma questi che potete trovare su http://www.brass-innovations-germany.de/ sono davvero originali e promettono, a detta del costruttore, risultati scientificamente provati.

Sul sito trovate anche le spiegazioni dettagliate su come utilizzare questi strumenti in modo proficuo ed efficace. Io rimango dell’avviso che uno studio tradizionale della tromba, con metodo e passione, sia di per se già ottimo, ma non si può trascurare il fatto che suonare la tromba, almeno in certi contesti, sia anche “faticoso”, per cui una ottima preparazione muscolare specifica per il labbro è da considerare attentamente.

Questi accessori, ci permettono di accellerare sicuramente la formazione di una buona muscolatura e di conseguenza potremmo dedicare più tempo per la parte artistico-musicale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: